Valutare un curriculum al primo sguardo

Blog > Aziende > Valutare un curriculum al primo sguardo
19 maggio 2020

 

Bisogna partire da una premessa, è preferibile valutare attentamente ogni curriculum. Dietro a quel foglio di carta ci sono una persona, una vita, dei sogni e dei diritti. Il nostro lavoro di recruiter genera un dovere verso quella persona: garantire a lei od a lui pari possibilità rispetto agli altri candidati.

Allo stesso tempo però bisogna valutarla e decidere se quella persona sia o meno giusta per quel determinato lavoro e per quella determinata azienda. Da oltre 20 anni ci occupiamo di ricerca e selezione del personale e ogni giorno analizziamo decine di curriculum che arrivano.

La maggior parte delle persone è sincera quando scrive il proprio curriculum vitae (CV), è vero però che ogni tanto qualcuno omette fatti negativi od esagera i traguardi raggiunti. Ciò accade anche perché la nostra memoria è selettiva e tende a dimenticare i ricordi negativi e ad enfatizzare quelli positivi; comunque è necessario dire o, in questo caso scrivere, sempre la verità.

Come valutare la struttura di un curriculum

La struttura di un CV può lasciare intendere molto delle capacità organizzative del candidato. Se il curriculum che hai davanti è nel formato europeo avrai meno spunti, ma l’assenza di inventiva, in questo caso, può significare osservanza delle comuni regole comportamentali.

Se invece è stato realizzato con un template personalizzato, dimostra un’attenzione e una dedizione notevole nella ricerca di quel determinato lavoro, oppure la voglia di mettersi in mostra o di enfatizzare elementi non inerenti al ruolo da ricoprire?

La risposta è semplice: che profilo stiamo ricercando? Creativo o tecnico? Nel primo caso la personalizzazione del template è accettabile, purché ordinata e non esasperata, nel secondo un po’ meno.

Quali sono i fattori più rilevanti da considerare nella scelta di un curriculum:

  1. Il modo in cui si presentano le informazioni, che dev’essere il più ordinato e comprensibile possibile,
  2. l’accuratezza con cui le informazioni sono scritte, senza esagerare in prolisse descrizioni,
  3. la facilità di lettura, ovvero la somma dei primi due fattori.

Come valutare le qualifiche e i requisiti del candidato

Prima di iniziare qualsiasi selezione del personale cerchiamo di delineare molto bene il/la candidato/a ideale così da valutare con precisione se ognuno degli aspiranti sia in possesso delle qualifiche, dei requisiti e delle esperienze che l’azienda richiede.

In questo frangente essere precisi e concreti è fondamentale per il bene di tutti. Un errore può compromettere una carriera ed il fatturato dell’azienda. Di norma utilizziamo una check list e valutiamo tutti i requisiti e le qualifiche necessarie cercando il candidato giusto per l’azienda.

Come cercare errori nei Curriculum Vitae

Bisogna sempre essere convinti della buona fede di tutti, però il curriculum vitae è un documento molto importante, al pari della patente o della carta di identità. Dentro c’è tutto quello che serve per descrivere una persona: la sua professionalità, i suoi successi, le sue ambizioni, i suoi sogni e le sue competenze.

Per questo riteniamo che ogni persona debba, dopo aver scritto un curriculum, leggerlo e rileggerlo molto attentamente: troppo spesso noto errori clamorosi, come scrivere il proprio nome sbagliato; ciò è certamente sinonimo di scarsa attenzione e, quindi, forse anche di altrettanto scarso interesse per il ruolo da ricoprire.

Diciamo che, in questi casi, il candidato non parte con il vento a favore.

Noi teniamo sempre sotto controllo il vuoto temporale immotivato tra il termine di un lavoro e l’inizio di un altro o la presenza di periodi di formazione che si sovrappongono a periodi di lavoro: ne prendiamo nota e chiediamo spiegazioni in fase di colloquio.

Ultimi accorgimenti prima di fissare il colloquio di lavoro

Prima di contattare via email i vari candidati, mi prendo dell’ulteriore tempo per effettuare dei controlli approfonditi, in particolare analizzo:

  1. il tempo trascorso in ogni incarico,
  2. il percorso di carriera del candidato,
  3. riguardo la cronologia della formazione e dei vari incarichi lavorativi,
  4. ricontrollo lo stile e la struttura del curriculum.

Se vuoi scoprire tutti i servizi che il mio Studio offre alle aziende puoi cliccare qui.

Tutte queste azioni le mettiamo in pratica cercando di essere i più obiettivi possibile; è un dovere che abbiamo nei confronti dell’azienda nostra cliente e del candidato.


Trova il tuo lavoro ideale!

Iscriviti al nostro sito. Sarà nostra cura trovare il lavoro migliore per te.

Invia il tuo curriculum